unnamed copia

Valeria Cottino

Architetto
Valeria Cottino, architetto, si occupa di recupero, restauro, allestimenti museali, rivalorizzazione del territorio dal 1996. Dal dicembre 2010 è presidente di Architettura senza Frontiere Piemonte, onlus che realizza progetti a valenza sociale e svolge ricerca su materiali alternativi quali la paglia.

Percorso Professionale
1996
Valeria Cottino apre il suo studio e indirizza la sua ricerca dell'architettura fin da subito verso il recupero del patrimonio esistente e la rivalorizzazione del territorio e dell'ambiente 
°
Partecipa nella progettazione ed allestimento di vari musei tra cui si evidenziano "Il Museo della Fisarmonica e dall'Arte Popolare" a Robilante, Cuneo, ed "Il Museo Toselli-Bersezio" a supporto delle celebrazione del 150° dell'Unità d'Italia.
°
Ha insegnato presso l’Università Americana St. John International University con sede a Vinovo tenendo i corsi di Design Studio I, II e V.
°
1999
Vince il concorso Apt (Francia) per il nuovo disegno degli ingressi in città e per la riqualificazione delle sponde del fiume.
°
2001
Arriva terza al concorso d'idee per la riqualificazione urbana del centro di Cavour.
°
2009
Entra con un progetto selezionato tra i dieci finalisti al concorso di progettazione per la valorizzazione dei resti dell’antico Tempio Romano di Piazza Savoia e la definizione di un percorso storico architettonico nella Susa romana e medioevale.
°
2010
Viene selezionata nel concorso “Konstruktiv – Liechtensteinpreis für nachhaltiges Bauen und Sanieren in den Alpen“, unico progetto italiano premiato.

Clienti